Copy

Ciao, siamo tornati con la programmazione regolare della newsletter. Siamo all'episodio 27, abbiamo superato il totale degli episodi di una stagione di Grey's Anatomy, e adesso l'obiettivo è superare Beautiful, quindi preparatevi a invecchiare insieme.

Oggi parliamo della nuova miniserie originale Sky, Chernobyl, frutto dell'accordo di produzione tra la pay tv paneuropea e HBO. In Italia la serie debutta su Sky Atlantic il 10 giugno con un episodio a settimana, ma negli Stati Uniti è già andata in onda e non senza sorprese.

Sicuramente avrete letto nei giorni scorsi titoli di questo tipo: "Chernobyl è la serie più votata su IMDb" o addirittura altri di questo tipo: "Chernobyl è la migliore serie tv di tutti i tempi (secondo IMDb)".

Partiamo dall'inizio. La miniserie infatti, nel corso dei 5 episodi previsti è diventata la prima serie con il punteggio più alto su IMDb, il noto sito che le persone usano per valutare una serie. Chernobyl ha ottenuto un punteggio medio di 9.7 su 10 con 171.000 recensioni da parte degli utenti. Un dato che sicuramente è positivo, ma se lo analizziamo bene non ci dice nulla, se riproporzionato alla quantità delle valutazioni.

La serie ha superato i punteggi ottenuti da Breaking Bad (9.5), Game of Thrones (9.3), The Wire (9.3) e molte altre serie valutate dal pubblico. Ma dimentichiamo una cosa, il punteggio ottenuto da Chernobyl viene da una nicchia di circa 170.000 utenti (a oggi), ma i punteggi ottenuti da serie come Breaking Bad vengono da un numero più grosso di utenti. Si parla di più di 1.2 milioni di valutazioni per Breaking Bad, e 1.5 milioni di valutazioni per Game of Thrones, per fare giusto due esempi, ossia un numero di gran lunga superiore rispetto alle valutazioni ricevute da Chernobyl.

Un alto numero di recensioni, significa anche un alto numero di valutazioni negative o medie che influiscono sul risultato generale. Essendo una serie per una nicchia, questo dato ci dice sicuramente che è una serie molto apprezzata all'interno di questa nicchia, ma non significa che "le persone" l'hanno giudicata la migliore serie di tutti i tempi.

Quindi quando deciderete se guardare Chernobyl, non fatelo sulla base di questi dati, visto che la serie non raggiungerà mai quel livello di penetrazione raggiunto da Breaking Bad o Game of Thrones. Quindi quel rating altissimo non avrà mai al suo interno la valutazione negativa di chi non rientra in quella nicchia, perchè quella serie non la vedrà mai.

Ma questo non è l'unico motivo per cui la miniserie è finita sui titoli online. Il Guardian ha riportato che la tv nazionale russa, NTV, ha già sviluppato una sua versione degli eventi di Chernobyl, girata a Belarus, che promette di "far conoscere agli spettatori cosa è realmente accaduto" e che secondo loro la versione americana mette in dubbio la Russia come grande potenza nucleare.

Poi visto che da quelle parti vanno di moda i complotti, pare che la serie racconterà di un agente americano della CIA che si è infiltrato nella centrale di Pripyat per raccogliere informazioni sull'energia nucleare, seguendo una teoria secondo la quale questo agente era presente ai tempi del disastro. La serie avrà anche un eroe della patria, un agente russo che è stato inviato lì per scoprire l'identità dell'infiltrato.

Titoli a parte, l'appuntamento con Chernobyl è per il 10 giugno su Sky Atlantic, per quella data arriverà anche il nostro commento, per quanto vi riguarda usate altri sistemi per decidere se guardarla, qui trovate qualche info per prepararvi.

Alla prossima e ben ritrovati!

Previously on… sfuggito qualcosa?

Allora, mercoledì su Netflix è uscito Black Mirror, all'interno di questa quinta stagione la serie ha tre episodi, che però non hanno niente di Black Mirror. Lo sappiamo, ogni anno si dice sempre la stessa cosa, ma appunto. Non sarebbe meglio fare una serie spinoff di Black Mirror dal titolo Mirroring Black Mirror o Lo specchio della realtà? Almeno così la smettiamo di pensare a quello che è stato. Qui comunque trovate i nostri commenti ai tre episodi che comunque sono fatti bene. Da questa introduzione capite già cosa trovate.

Patrick J. Adams, il Mike di Suits, tornerà in un episodio dell'ultima stagione della serie che negli Stati Uniti debutterà il mese prossimo. In più sarà anche il protagonista di una serie per National Geographic. Qui tutti i dettagli.

Netflix ha rilasciato il trailer de "La Casa di Carta" 3, che non ha bisogno di presentazioni. Amazon Prime Video invece ha rilasciato un teaser e una data per Carnival Row, una serie fantasy con Orlando BloomCara Delevigne. Li trovate entrambi qui... i trailer.

Apple invece ha rilasciato il primo trailer esteso per una delle prime serie tv del servizio streaming Apple TV+. Si tratta di For All Mankind e racconta di una realtà alternativa in cui non sono stati gli americani ad arrivare primi sulla Luna, ma indovinate chi? Nella serie c'è Joel Kinnaman, tra gli altri, il trailer lo trovate qui.

Il creatore di Empire, Lee Daniels, ha chiuso a chiave le porte per il ritorno di Jussie Smollett nell'ultima stagione della serie. Ecco cosa ha detto.

Abbiamo parlato di Mrs. America, una miniserie di FX con Cate Blanchett e altri attori di "poco conto" nel cast. Beh adesso è arrivata anche Elizabeth Banks.

NBC vuole una serie prequel de Il Codice Da Vinci, tratta dal libro Il Simbolo Perduto che però nella cronologia dei libri è ambientato dopo. Qui i dettagli.

David Tennant e Cush Jumbo di The Good Fight saranno protagonisti di una serie per Channel 4. FOX ha fatto un canale su The Big Bang Theory, ma ci trovate solo le prime 10 stagioni perchè le altre ce le ha ancora Mediaset.

I protagonisti di BH90210 sono tornati al Peach Pit, diciamo...

Negli ultimi tre giorni hanno fatto una strage, sono state cancellate Sneaky Pete, Happy, Deadly Class, The Ranch, poi Lucifer è stato rinnovato, ma la quinta stagione sarà l'ultima. Ma ne riparliamo sotto.

Sappiamo quando arriva in Italia la terza stagione di Legion, e il finale natalizio di Timeless (vi diamo un indizio, vi rinfrescherà le ferie).

Le Serie Tv in partenza in settimana in Italia

8 - Splitting Up Together Premium Joi
      Una coppia con 3 figli si separa per poi accorgersi che da separati il loro rapporto funziona meglio. Cancellata dopo 2 stagioni.
10 - Chernobyl miniserie Sky Atlantic/Now Tv
       La storia del disastro nella centrale nucleare ucraina del 1986
13 - Jinn 1 Netflix
       Serie soprannaturale araba che parte dalla mitologia dei “jinn” esseri soprannaturali spesso paragonati a un genio o a un goblin. Nella serie quando un gruppo di liceali è in gita a Petra, vengono posseduti da Jinn buoni e cattivi dando vita a una battaglia interna.
13 - Marvel’s Runaways 1 Rai 4 1a Tv Free
       Un gruppo di ragazzi scopre che i genitori fanno parte di un’organizzazione segreta
14 - Too Old to Die Young 1 Prime Video
        Interamente diretta da Nicholas Winding Refn (già regista di Drive) con episodi dalla lunga e variegata durata. Un poliziotto si ritrova a fare i conti con un mondo criminale variegato tra Yakuza, mafia russa e piccoli criminali.
14 - Absentia 2 Prime Video
14 - Black Spot 2 Netflix
14 - Jessica Jones 3 Netflix
14 - Poldark 4 laF
14 - Unità 42 1 Netflix
        Un poliziotto vedovo scelto per guidare un’unità speciale da la caccia agli hacker del Belgio insieme a un’esperta di informatica
14 - Trinkets 1 Netflix
        Una ragazza in lutto stringe un’improbabile amicizia con due compagne quando si ritrovano nel gruppo di supporto per piccoli ladruncoli

Coming soon... o quasi

Siamo un po' in ritardo visto che abbiamo saltato una settimana, ma questa è la prima newsletter del mese, quindi vi proponiamo i mensili in cui indichiamo i titoli che arriveranno nel mese di giugno nei principali servizi streaming italiani e paytv.

Sei giorni e non di più - Speciale Cancellazioni

Gli upfront saranno alle spalle, la stagione estiva sarà ricca di novità il tutto per prepararci al prossimo autunno e ricominciare il solito tran-tran seriale fatto di ascolti, live+7 streaming. Ma nonostante tutto questo i vari gruppi non smettono mai di sorprendere e nessuno è davvero al sicuro. Nemmeno dopo aver debuttato da 6 giorni.

Questo è il caso clamoroso di Swamp Thing. La serie, tratta dai fumetti DC e rilasciata nel servizio streaming proprietario DC Universe, è stata cancellata sei giorni dopo il suo debutto. Non ci sono ascolti che tengano, numeri, parametri social qui non c’entrano. Le valutazioni esulano da quelle classiche e fondono creatività e strategie. Poco prima di debuttare era emersa la notizia del taglio degli episodi passati da 13 a 10 e già questo non sembrava di buon auspicio. Un’altra valutazione da fare guarda al futuro e alla nascita della piattaforma di streaming WarnerMedia.

Secondo le ultime indiscrezioni la piattaforma dovrebbe debuttare in versione beta nel 2019 e definitivamente nel 2020 almeno negli USA per poi spostarsi nel resto del mondo, anche se la questione diritti sparsi tra vari operatori (basta pensare all’accordo tra Sky ormai Universal e HBO) renderà tutto più difficile. WarnerMedia negli USA dovrebbe costare tra i 16 e i 17$ e includere anche HBO oltre ai film Warner e le produzioni del gruppo AT&T. A quel punto perchè DC Universe dovrebbe stare su un’altra piattaforma?

A sorpresa Netflix ha rinnovato Lucifer (prevedibile) ma al contempo ne ha anche decretato la fine: la quinta e ultima stagione sarà l’ultima. 

Clamorose cancellazioni anche in casa Syfy ancora in cerca di una propria identità: chiuse Happy! Dopo 2 stagioni e Deadly Class dopo una sola stagione amata da pubblico e critica ma con numeri non sufficienti per un canale e un gruppo che non ne detiene i diritti e quindi non può guadagnarvi oltre la semplice messa in onda con conseguente ricasco pubblicitario. Riuscirà Sony a trovare una nuova casa per Deadly Class? Soprattutto nell’attuale scenario ha senso per un canale soprattutto se basic cable, comprare produzioni esterne?

La regola del 3 colpisce anche la tedesca Dark di Netflix (rinnovata per una terza e ultima stagione) ma anche Sneaky Pete di Prime Video. Senza alcuna sorpresa la massiccia cancellazione dopo una stagione delle serie NBC Abby’s, The Village e The Enemy Within, non comunicata in sede di Upfront ma ampiamente prevedibile. Nel 2020 con l’ottava parte (o seconda metà di quarta stagione) si concluderanno anche le avventure di The Ranch su Netflix. Infine una conferma: la sesta stagione di Silicon Valley sarà l’ultima (e avrà solo 7 episodi).

Le serie tv iniziate negli ultimi 7 giorni

In Italia

- 01/06 - Arthdale Chronicles Netflix
- 01/06 - Fast Forward 5-6 Giallo
- 01/06 - Vikings 5b Amazon Prime Video
- 02/06 - Splitting Up Together Infinity
- 03/06 - Agents of S.H.I.E.L.D. 6 FOX
- 05/06 - Black Mirror 5 Netflix
- 05/06 - Happy 2 Netflix
- 06/06 - The Handmaid's Tale 3 TIMVISION
- 07/06 - NOS4A2 Amazon Prime Video
- 07/06 - Tales of the City Netflix
- 07/06 - Designated Survivor 3 Netflix
- 07/06 - 3% 3 Netflix

Qui il Calendario Italia del 2019

In USA/UK

- 01/06 - Arthdale Chronicles Netflix
- 02/06 - NOS4A2 AMC
- 02/06 - American Princess 1 Lifetime
- 02/06 - Fear the Walking Dead 5 AMC
- 02/06 - Perpetual Grace, ltd 1 Epix
- 05/06 - The Handmaid’s Tale 3 Hulu
- 05/06 - Black Mirror 5 Netflix
- 05/06 - Grown-ish 2B Freeform
- 06/06 - Queen of the South 4 USA Network
- 07/06 - Tales of the City Netflix
- 07/06 - Designated Survivor 3 Netflix
- 07/06 - 3% 3 Netflix

Qui il calendario USA/UK 2019

Seguici su Facebook
Seguici su Instagram
Seguici su Twitter
Il nostro sito
Iscrititi al nostro canale YouTube
Inviaci una mail con i tuoi suggerimenti
Se ti è piaciuta segnalala a un amico

Qui le puntate precedenti


Copyright © 2019 Dituttounpop, Tutti i diritti riservati.