Copy
 
Newsletter di Marzo 2021
Guarire con la bellezza del Tai Chi Chuan

~ M° Carlo Lopez ~
Il cuore in ascensore

Vivo all'ottavo piano. La signora del settimo ha chiamato l'ascensore e mi accingo ad una lunga attesa.
"Vuole un passaggio?" Mi chiede.
"C'è la legge sul Covid, non si potrebbe. Per me non ci sono problemi, piuttosto per lei..."
" Ma si figuri se credo a queste cose!" la sento rispondere e scendo a piedi al suo piano ed entro in ascensore con lei.
Il suo splendido sorriso di quasi novantenne mi riconcilia col mondo

---

In questo mondo un po' miserabile dove in Italia in un anno di Covid sono emersi due miliardi di tangenti di mercenari della malavita sanitaria, lo Spirito ci dona i suoi piccoli, ma significativi segnali.

Ecco due clip tratte da un film e un video.
[Fare clic sull'immagine per il clip]

Nella prima una bambina spiega ad un uomo il significato del ciclo terra-cielo. Molto belli i suoi gesti e interessante la posizione delle braccia al termine del gesto, un avambraccio sull'altro, esattamente come nel Ji del Tui Shou doppio!

La seconda clip vede un neonato imbacuccato. La tutina si apre a liberarlo e zac il volto del bimbo si apre mentre le braccia si slanciano senza un istante di esitazione in alto in Yigong Legno e poi Metallo e poi la zip scende e le gambocce saltano potenti in fuori tonde tonde. Il bimbo esprime adesso la sua gioia: è libero!
 
I dieci principi di Yang Cheng Fu

Principio numero 10:
Ricercare l'immobilità nel movimento

Yang Cheng Fu afferma:

Nelle Arti esterne, nello sport, la potenza è generata dal saltare, dal colpire, dal calciare più forte possibile. E dopo la pratica si è senza fiato, stanchi e il cuore batte forte.

In totale contrasto il Tai Chi ricerca l'immobilità.

Persino nel movimento la forma appare tranquilla e pacifica e la pratica più lenta è e meglio è: lenti e profondi respiri permettono al Qi (energia) di affondare nel Tan Tien (punto primario energetico sotto l'ombelico). Tutto questo previene il dannoso eccesso di attività fisica.

Yang Cheng Fu, in poche mirabili frasi dice tutto su come deve essere una sana attività fisica: la grandezza della semplicità.

Una persona saggia comprende al volo queste parole di Yang Cheng Fu e vive bene, una persona che ha un po' di saggezza tentenna, le comprende, ma è combattuto, sarà vero? Ma perché tutti fanno e pensano il contrario? Lo stolto invece non sta neppure a sentire.

Eppure Yang Cheng Fu non perse mai quando venne sfidato in combattimenti anche mortali!
Appuntamenti Itcca Italia
 
Cammini paralleli

Dal 21 al 28 agosto 2021 vi invitiamo a camminare nel Tai Chi lungo la Via Francisca.
Dettagli nelle locandine e per info potete contattare

Area Varese:
Irene Binaghi 366 410 48 68 anche WhatsApp o Telegram
binaghi.irene@gmail.com

Area Pavia:
Rosanna Gaudio 349 1880 149 anche WhatsApp o Telegram
rosannagaudio6@gmail.com

Arriviamo all'appuntamento preparati:

- i corsi online sono già attivi
- alleniamo la mente! Oltre alle meditazioni tenute dai singoli insegnanti avete a disposizione una vasta scelta di quelle tenute dal M. Lopez sul canale YouTube
- a luglio (date e modalità da definirsi) è previsto uno stage del M. Lopez dedicato a meglio godere di questa esperienza.
 
Meditazione per l'anniversario del Ginkgo

In diretta l'8 marzo alle 17 e 30 su YouTube
 
400+ video disponibili!

Anche moduli semplici per
chi non ha mai fatto Tai Chi!

Per info e iscrizioni contattare
il maestro direttamente su
WhatsApp o Telegram al num
348 732 4633
Studi scientifici sui benefici del Tai Chi
 
Alcuni articoli dal blog del M° Lopez

Le insensatezze dell’ego - Un brano di uno dei massimi libri di spiritualità... Continua a leggere

L’anno del Bufalo - È l’anno del bufalo di metallo.... Continua a leggere
~ I Ching - Kan ~

La mente nel Tai Chi e nella vita

Mio padre era uno psicoanalista che ha scritto molti libri, libri molto profondi su come funziona la psiche umana. Un argomento talmente importante e ignorato che ben pochi umani hanno idea di cosa li muove nella vita di tutti i giorni e del perché ripetono errori su errori a causa di questa ignoranza.
Ho imparato da mio padre l'importanza della mente e il mio maestro di Tai Chi ne ha messo in pratica per decenni la potenza e quindi non posso che continuare il loro percorso. La domanda di oggi all'I Ching va in questo senso.

Kan - l'abisso

L'esagramma che prendiamo in esame per questa newsletter è il numero 23 con 4 linee mobili.
Un esagramma considerato scomodo dai cinesi, l'abissale, Acqua su Acqua. Scomodo perché l'acqua fa paura, come la mente, perché la mente è come l'acqua, profonda, potente, mutevole e non facile da gestire.

In Cina i fiumi sono tutti incanalati e ci sono enormi dighe che ogni tanto fanno tremare i cinesi perché potrebbero crollare causando milioni di morti: il sistema politico confuciano, similmente cerca di imprigionare le menti di un miliardo e mezzo di esseri umani e come le dighe la società cinese rischia di saltare.



L'ideogramma mostra una persona che cade in una buca, e al contempo l'esagramma ci mette in guardia: non è una caduta rovinosa, c'è possibilità di uscirne. La mente è così: ci si può cadere dentro, si può passare la vita intrappolati fra i propri pensieri che a ripetizione, ciclicamente, tornano e occupano tutto lo spazio e il tempo, oppure si può vederli, scioglierli ed essere liberi. La mente è lo strumento principe per vivere bene, in pace e gioia: solo la mente può farlo. Molti si illudono credendo che lo stare bene dipenda dalla condizione economica e sociale, ma basta osservare i ricchi per comprendere che non è così: solo conoscendo la nostra mente possiamo risolvere la nostra vita.

Il Trigramma Acqua simboleggia anche la Luna e le persone sono "luna"tiche quando la loro psiche è senza consapevolezza. La Luna ha anche la grande proprietà di mostrare a tutti, dal cielo, come funziona il ciclo della vita; così la nostra mente non è sempre la stessa, è ciclica e un ciclo può essere nefasto oppure fausto, benefico: tutto dipende dalla consapevolezza di ognuno di noi.

La decisione

Oscurità raddoppiata
Sii sincero e onesto.
Affidati a cuore e mente.
Prosperità e morbidezza;
Onorerai i tuoi compiti


Linee mobili

Per comprendere al meglio l'I Ching è utile prendere in considerazione le linee mobili non estratte. Ci rallegriamo che non sia uscita la Prima perché è presagio di sfortuna e avrebbe influenzato negativamente tutto il responso. 
Se consideriamo ogni linea come Acqua che riempie un buco, qui c'è sfortuna perché non c'è acqua per nulla, la mente è assopita.

La Seconda ci esorta a cercare piccole cose. Quando si lavora sulla mente bisogna procedere per gradi, non c'è fretta, la consapevolezza ha bisogno di pazienza.

Ci conforta che anche la Terza non sia uscita perché questa linea consiglia di aspettare e non è mai troppo presto per cercare di comprendere la propria mente.

La Quarta
Una giara di vino, due ceste di vivande e dei semplici vasi di terracotta. Semplici offerte attraverso una fessura. Nessuna colpa.

La Quarta linea ci esorta a non farci sensi di colpa evidenziando la distruttività che questi hanno sulla mente. Questa linea è essenziale per il nostro benessere: ci invita a godere della vita con semplicità senza inutili e inappropriati sensi di colpa.

Qui l'acqua riempie in giusta misura il buco, come un calice ben riempito.

La Quinta linea dice: Acqua nel fosso, non tracima, la riempie soltanto, nessun errore.
L'acqua che riempie un buco diventa un Lago e il Lago per l'I Ching significa Serenità. Ecco la pace della mente.

La Sesta linea di solito esprime un eccesso, un rischio di andare troppo oltre:
Legato con corde scure, confinato in un mucchio di rovi. Sfortuna.

Una situazione mentale purtroppo abbastanza comune, il trovarsi in rovi di sofferenza. I danni causati dalla mente sono micidiali e magari senza reali motivi.
La Sesta linea ci suggerisce forse che l'umanità si trova a questo punto?

Noi siamo testimoni di come la cultura di massa sia un'arma a doppio taglio, idee strampalate diventano di uso generale e tracimano dappertutto, lo vediamo in ogni campo, nel Tai Chi, nelle follie del Covid. Questa linea si riferisce alla distruttività della mente incontrollata che si riversa come l'acqua di uno tsunami.

Ormai si agisce totalmente senza consapevolezza. La linea però può avere un aspetto positivo, l'unica forma positiva di acqua che deborda da un contenitore è la fontana. La mente può diventare una fontana che riversa saggezza. Ieri camminando a Milano la fontana del recente centro direzionale di Gae Aulenti era completamente asciutta, segno dei nostri tempi, nessuna saggezza.

E il Tai Chi? La mente calma, riempie ogni movimento, fluida gode di ogni attimo e non abbandona il momento presente, il gesto, il respiro oppure se vogliamo usare le parole di Yang Cheng Fu: dentro il movimento ricercare l'immobilità (principio numero dieci).
Itcca Italia su Facebook
Itcca Italia su Instagram
Itcca Italia
YouTube
Email
Itcca Italia
International Tai Chi Chuan Association

Original Yang Style
Sede Nazionale
Viale Stefini 7
20125 Milano MI

Ricevi questa newsletter da www.itcca.it
Vuoi cambiare la modalità di ricezione di queste e-mail o cancellarti del tutto?






This email was sent to <<Email>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Itcca Italia · Viale Stefini 7 · Milan, Mi 20125 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp