Copy
LE NOVITA' IN SALA
PROGRAMMAZIONE DAL 17 AL 23 GENNAIO 2019
GIOVEDI' 17 GENNAIO
LA DOULEUR  di E. Finkiel ita ore  15:30 
LA DOULEUR  di E. Finkiel ita ore  17:50 
LA DOULEUR  di E. Finkiel ita ore  20:15  #FarneseLIVE
ROMA di A. Cuaron  v.o.sott.ita ore  22:30 
VENERDI' 18 GENNAIO 
LA DOULEUR di E. Finkiel ita ore  15:15 
ROMA di A. Cuaron v.o.sott.ita ore  17:30 
LA DOULEUR di E. Finkiel ita ore  20:15  #FarneseLIVE
ROMA di A. Cuaron v.o.sott.ita ore  22:30 
SABATO 19 GENNAIO 
LA DOULEUR di E. Finkiel ita ore  15:15 
ROMA di A. Cuaron v.o.sott.ita ore  17:30 
LA DOULEUR di E. Finkiel ita ore  20:15  #FarneseLIVE
ROMA di A. Cuaron v.o.sott.ita ore  22:30 
DOMENICA 20 GENNAIO
STILL RECORDING  v.o.sott.ita  ore  10:30  #farneseLIVE
LA DOULEUR di E. Finkiel ita ore  15:15 
ROMA di A. Cuaron v.o.sott.ita ore  17:30 
LA DOULEUR di E. Finkiel ita ore  20:15  #FarneseLIVE
ROMA di A. Cuaron v.o.sott.ita ore  22:30 
LUNEDI' 21 GENNAIO
LA DOULEUR di E. Finkiel v.o.sott.ita ore  15:15 
ROMA di A. Cuaron v.o.sott.ita ore  17:30 
LA DOULEUR di E. Finkiel v.o.sott.ita ore  20:15 
ROMA di A. Cuaron v.o.sott.ita ore  22:30 
MARTEDI' 22 GENNAIO
LA DOULEUR di E. Finkiel v.o.sott.ita ore  15:15 
ROMA di A. Cuaron v.o.sott.ita ore  17:30 
LA DOULEUR di E. Finkiel v.o.sott.ita ore  20:15 
ROMA di A. Cuaron v.o.sott.ita ore  22:30 
MERCOLEDI' 23 GENNAIO
LA DOULEUR di E. Finkiel ita ore  15:15 
ROMA di A. Cuaron v.o.sott.ita ore  17:30 
LA DOULEUR di E. Finkiel ita ore  20:15  #FarneseLIVE
ROMA di A. Cuaron v.o.sott.ita ore  22:30 

NON PERDERE UN'ESPERIENZA UNICA!
PUOI PRENOTARE IL TUO #FarneseLIVE con
SCOPRI TUTTI I FILM
L A   D O U L E U R 
di Emmanuel Finkiel
dal romanzo di Marguerite DURAS
autrice de L'AMANTE e
HIROSHIMA, MON AMOUR

Francia,  127’  DRAMMATICO, STORICO 

17 gennaio 2019
15:30 | 17:50 I 20:15

Dal 18 al 23 gennaio 2019 
ore 15:15 | 20:15

21 e 22 gennaio 2019
 v.o.sott.ita
ore 15:15 | 20:15

Tantissimi
#FarneseLIVE!


17/01 h. 20:15 introduzione di Christian Raimo di Internazionale e degustazione di vini francesi a cura di Va Sano

18:01 h 20:15 introduzione di Fabio Ferzetti de L'Espresso e intervento conclusivo del prof. Luigi Cancrini psicologo e psicoterapeuta

19/01 h. 20:15 introduzione di Maria Ida Gaeta della Casa delle Letterature

20/01 h. 20:15 introduzione di Anna Maria Pasetti de Il Fatto Quotidiano e performance della violinista Laura Zaottini

23/01 h. 20:15 introduzione del prof. Fabio Castriota Vicepresidente della Società psicoanalitica italiana

S I N O S S I

Giugno 1944, la Francia è sotto l'occupazione tedesca. Lo scrittore Robert Antelme, maggior rappresentante della Resistenza, è arrestato e deportato. La sua giovane sposa Marguerite Duras è trafitta dall'angoscia di non avere sue notizie e dal senso di colpa per la relazione segreta con il suo amico Dyonis. Pronta a tutto per ritrovare suo marito, si lascia coinvolgere poi in una relazione ambigua con un agente francese della Gestapo, Rabier, l'unico a poterla aiutare. La fine della guerra e il ritorno dai campi di concentramento annunciano a Marguerite l'inizio di un'attesa insostenibile, un'agonia lenta e silenziosa nel mezzo del caos della liberazione di Parigi.

R O M A
di Alfonso Cuaròn
LEONE D'ORO Venezia75

Messico, Stati Uniti  135’  DRAMMATICO 

17  gennaio 2019
22:30
Dal 18 al 23 gennaio 2019
17:30 | 22:15

 

S I N O S S I

Messico, 1970. Roma è un quartiere medioborghese di Mexico City che affronta una stagione di grande instabilità economico-politica. Cleo è la domestica tuttofare di una famiglia benestante che accudisce marito, moglie, nonna, quattro figli e un cane. Cleo è india, mentre la famiglia che l'ha ingaggiata è di discendenza spagnola e frequenta gringos altolocati. I compiti della giovane domestica non finiscono mai, e passano senza soluzione di continuità dal dare il bacio della buonanotte ai bambini al ripulire la cacca del cane dal cortiletto di ingresso della casa: quello in cui il macchinone comprato dal capofamiglia entra a stento, pestando i suddetti escrementi. Perché nel Messico dei primi anni Settanta tutto coesiste: la nuova ricchezza come la merda degli animali da cortile, il benessere ostentato dei padroni e la schiavitù "di nascita" dei nullatenenti. Tutto convive in un sistema contradditorio ma simbiotico in cui le tensioni sociali non tarderanno a farsi sentire, catapultando il recupero delle terre espropriate in cima all'agenda dei politici in cerca di consensi.

SiriaLibanoQatar,  Francia120’  DOCUMENTARIO

SGUARDI DI CINEMA SUL MEDITERRANEO

EVENTO SPECIALE 
domenica
20 gennaio 2019
| 10:30 |

introduzione e commento al film 
di Donatella Della Ratta

S I N O S S I

Saeed è un giovane cinefilo che cerca di insegnare ai giovani di Ghouta, in Siria, le regole del cinema, ma la realtà che si trovano ad affrontare è troppo dura per seguire alcuna regola. Il suo amico Milad vive dall'altra parte della barricata, a Damasco, sotto il controllo del regime, dove sta terminando gli studi d'arte. Un giorno, Milad decide di lasciare la capitale e raggiungere Said nella Douma assediata. Qui i due mettono in piedi una stazione radio e uno studio di registrazione. Tengono in mano la videocamera per filmare tutto ciò che li circonda, fino a quando un giorno sarà la videocamera a filmare loro.

COMING SOON
CHI SCRIVERA' LA NOSTRA STORIA
di Roberta Grossman
 

Stati Uniti d'America,  95’  DOCUMENTARIO

EVENTO SPECIALE ANTEPRIMA
27 gennaio 2019
| 17:30 | introduzione della Prof.ssa Anna Foà

| 18:00 | in diretta da Parigi la regista R.Grossman presenta il film in mondovisione
| 18:30 | proiezione del film 

 

S I N O S S I

Sessantamila pagine di diari, manifesti, fotografie e oggetti costituiscono il lascito dell’Oyneg Shabbes Archive (“La gioia del Sabbath”). Raccolti dal Dottor Emanuel Ringelblum nella Varsavia ebraica prima dello scoppio della seconda guerra mondiale, durante l’occupazione nazista e fino alla rivolta del ghetto, sono stati studiati dal dottor Samuel Kassow. Questa docu-fiction è ispirata al suo libro e ne riporta anche la testimonianza diretta.

La cinematografia documentaristica contemporanea si ritrova a fare sempre più di frequente uso della fiction, cosa che a qualche purista potrebbe far storcere il naso. 

In realtà si tratta di un mezzo assolutamente finalizzato all’obiettivo: produrre e conservare memoria, un bene oggi purtroppo in disuso. Il portare sullo schermo dei documenti senza sostenerli con una narrazione accattivante (nel senso positivo del termine) condurrebbe al raggiungimento di un’audience decisamente più limitata. Se invece, come in questo caso, si traducono in azioni l’effetto ha un’efficacia decisamente maggiore.

Facebook
Website
Instagram
Cinema Farnese
Piazza Campo De' Fiori, 56 Roma


tel: 06 68 64 395
info@cinemafarnese.it

Copyright © 2018 Cinema Farnese, All rights reserved.